Klee De Chirico Van Gogh Dalì Cézanne Gauguin Modigliani Monet Matisse Leonardo Michelangelo Raffaello La Natura Morta

[logo]

(Malaga ,1881 - Mougins/Cannes ,1973)
 

 

Periodo BLU e Rosa

Cubismo
Cubismo curvilineo - Richiamo all'ordine-la guerra e le modelle
Protocubismo Analitico e Sintetico

Autoritratto (1896)

Ritratto di J.Sabartes (1901)

Autoritratto (1901)

Vecchio e ragazzo (1903)

Ritratto di donna (1904)

Donna con cornacchia

La Vita (1903)

I Giocolieri (1905)

Acrobati (1905)

Poveri in riva al mare (1903)

La Toilette

Ragazzo nudo con cavallo (1905-6)

Giovane ragazza (1906)

Ritratto di Gertrude Stein (1906)

Vaso bottiglia e limone (1907)

Autoritratto (1907)

Les Demoiselles d'Avignon (1906)

Paesaggio (Horta de Hebro)

Donna

Natura morta con sedia impagliata (1912)

Tavolo in un caffè (1912)

Uomo con pipa (1912)

Ritratto di Vollard (1909-10)

Natura morta con giornale (1914)

Gli Amanti

Il flauto di Pan (1923)

Donne che corrono sulla spiaggia (1922)

Natura morta (1924)

Donna (1932)

Ritratto di Dora Maar (1937)

Guernica (1937)

Donna su poltrona gialla (1932)

Nudo disteso (1932)

Ritratto di Dora Maar (1942)

Sculture e Ceramiche

Disegni e grafica

Ultime opere

In aggiornamento

I.Stavinsky (1920)

Serie del Minotauro (1954)

Pastello e matite

Uomo con pipa (1968)

Ultimo utoritratto (1972)

     

Informazioni Biografiche

 

 
Pablo,Diego,José,Francisco de Paula,Juan Nepomuceno,Maria de los Remedios,Crispin,Crispiniano de la Santissima Trinidad, Ruiz y Picasso nasce il 25 ottobre del 1881, dal padre José Ruiz Blasco, un insegnante di scuola di belle arti, e dalla madre Maria Picasso. Successivamente nasceranno le sorelle Lola e Conchita, quest'ultima scomparirà prematuramente all'età di 4 anni. Fino al 1901, l'artista firmerà i propri lavori con il doppio cognome,paterno (Ruiz)e materno(Picasso),per poi rinunciare al primo.Per alcuni fu un segno di mancanza di stima nei confronti del padre,ma in realtà,come lui stesso ebbe a dire, si trattava di una scelta che probabilmente ricadeva su un fatto prevalentemente estetico: "Picasso è un cognome che suona meglio" - disse l'artista per motivare la sua scelta.

Il padre scelse di non fargli frequentare la scuola e gli impartì i fondamenti del disegno con delle lezioni "casalinghe".Ma successivamente,poichè l'artista non aveva altra conoscenza che non fosse quella del disegno e della pittura, si iscrisse all'accademia di belle arti di Barcellona,nella quale manifestò apertamente le sue sconcertanti predisposizioni al disegno ed ai rapporti cromatici, nonchè all'uso delle più svariate tecniche pittoriche.

Il padre, considerando le precoci attitudini artistiche del figlio, gli affittò uno studio, in modo che potesse lavorare liberamente.All'età di 15 e 16 anni dipinge: La prima comunione e Scienza e carità. Opere di notevoli dimensioni che furono recensite positivamente dalla critica, che lo definì "il piccolo Goya".

Sempre a Barcellona frequentò un ambiante artistico fortemente intriso di fermenti politici.Tuttavia Picasso si dimostrò refrattario a tali mescolanze e rivolse la sua ricerca artistica sul sociale,elaborando uno stile definito come una sorta di realismo sentimentale, di matrice compassionevole, caratterizzato da riduzioni stilistiche , formali e cromatiche.(periodo Blu e Rosa).

Al 1900 risale il suo primo viaggio a Parigi.L'anno successivo torna vi fa ritorno chiamato da un mercante che gli offre un contratto di esclusiva.Sempre nella capitale francese conosce altri importanti galleristi,come Vollard,presso il quale espone una sessantina di opere,definitoi come una sorta di pre-fauvisme, ispirati alla vita parigina.Da lì a poco inizia il periodo Blu, tra le varie opere dipinge il ritratto Jaime Sabartés , il suo migliore amico, che gli resterà legato per tutta la vita, fino al 1968, e che svolse presso di lui molte funzioni,anche quella di segretario.Nel 1901 un suo amico ,Carlos Casagemas, ridotto alla disperazione per via di una delusione amorosa si suicida in un caffè parigino.Picasso ne resta particolarmente colpito da quel gesto cruento, e più tardi ,dopo una serie di studi su carta,porta a termine alcuni dipinti : La morte di Casagemas con una tecnica simile a quella di van Gogh,Il seppellimento e soprattutto il capolavoro "La Vita (1903)" una delle più importanti opere del periodo blu, nella quale compare Casagemas.

Per Picasso è un periodo difficile anche a livello economico,oltre che psicologico.Durante l'inverno, per via del freddo opprimente nel suo studio ,il pittore si riscalda bruciando un gran numero di disegni , acquerelli e gouaches.

Successivamente nel pieno del periodo Rosa,Picasso viene invitato alla Biennale di Venezia, gli chiedono di inviare un lavoro.Picasso invia una grande tempera :Acrobata e giovane arlecchino .Un capolavoro assoluto dell'arte di Picasso che però la commissione della biennale rifiuta.Nello stesso periodo dipinge I saltimbanchi.

Nel 1905 conosce i fratelli Leo e Gertrude Stein, i quali gli acquistano numerose tele.Conosce Apollinaire,Matisse,e si occupa dell'arte di Cézanne e della scultura primitiva esposta al Louvre.

Nel 1906 Picasso stringe una relazione con Fernande Olivier.La sua storia durerà nove anni e la sua compagna comparirà in numerose sue opere.Con lei compie un viaggio a Gosol , dove si dedica duramente ad un disegno caratterizzato da notevoli riduzioni formali e stilistiche in generale.Dipinge anche alcune tempere,una tencica molto usata in quel periodo.

E' un periodo di intensa sperimentazione, di continue esperienze ed elaborazioni e meditazioni.Con Fernande Olivier Picasso si isola dal resto del mondo, e riflette solo sulla pittura,lo spazio, il disegno, lo stile, il colore, la consistenza materica dell'impasto,la luce.Tutti elementi importanti per l'opera d'arte , ma che nulla hanno a che vedere con il sociale,o almeno non ne sono l'espressione diretta.Così ,Picasso, continua a scandagliare ogni possibile modalità espressiva nel suo studio Parigino di rue Ravignant n.13,sempre assistito dalla compagna Fernande.

Nell'inverno del 1905-6 dipinge il ritratto di Gertrude Stein.Dopo qualche mese cancellò la testa che ridipinse con una leggera sproporzione rispetto al corpo e con un forte sensoplastico.L'espressione sembra quella di una maschera,immobile nel proprio stampo."E' la sola immagine di me che sia sempre me" dichiarò la scrittrice.

E' il periodo in cui Picasso s'interessa all'art negre ed alle sculture della Nuova Caledonia.L'artista medita sulle forme della scultura africana,dice che non bisogna più cercare di dipingere ciò che si vede,ma ciò che si sente,anche a costo di deformare il soggetto,allo scopo di arrivare alla sua essenza profonda.Decde di frequentare assiduamente il museo del Trocadero,dove sono in permanenza sculture provenienti dal Congo francese,dalla Costa d'Avorio e dalla Nuova Caledonia.

Dopo una serie lunga e disperata di studi (ceninaia di disegni sparsi sul pavimento dello studio)Picasso dipinge Les Demoiselles d'Avignon (1906) . Porta a termine il dipinto dopo un lungo periodo di solitudine ,senza lasciare che qualcuno lo veda.Quello che accade è inconcepibile.Nessuno riesce a comprendere quella sua scelta stilistica, lo difendono soltanto Gertrude Stein e il giovane mercante d'arte tedesco Kahnweiler.Tutti gli altri sono sconcertati e increduli di fronte a quel dipinto che segnerà una svolta decisiva per la storia dell'arte.Picasso aveva 25 anni.Tuttavia Kahnweiler è consapevole dell'importanza del dipinto,tanto che più avanti definirà Picasso un uomo con un'eroismo icredibile.Il mercante d'arte cerca invano di convincere Picasso a vendergli il dipinto,ma l'artista gli concede solo gli schizzi.La tela è di grandi dimensioni (cm.243,9x233,7) è il primo esempio evidente di come Picasso abbatte per sempre tutte le concezioni classiche della bellezza a partire dal Rinascimento,per ricomporre a suo modo un insieme di forme piane e plastiche geometrizzata ed inserita in un ambiente quasi astratto.Il dipinto diviene il punto di riferimento dell'arte moderna e al tempo stesso il punto di partenza della rivoluzione cubista.

Nell'autunno del 1908 il Salon d'Automne rifiuta alcune tele inviate da Braque.Si tratta di paesaggi che l'artista eseguì durante un soggiorno all'Estaque.Nelle tele pravalevano soltano dei cubi anzichè i motivi realistici di un paesaggio.Kahnweiler ,invece ,decide di organizzare una mostra.L'audacia delle tele di Bracque sono il primo ed unico esempio di come l'influenza di Picasso sia stata qualcosa di dirompente portando altri artisti a reggiungere risultati molto singolari oltre che personali.Picasso al ritorno da un breve soggiorno a La Rues de Bois scopre la convergenza del suo lavoro con quello dell'amico Bracque.Così,iniziano entrambi a dipingere ,affiancati,scambiandosi consigli,criticandosi e incoraggiandosi.La singolarità è che a Picaso bastano poche ore per realizzare ciò che Bracque realizza in alcuni giorni.Si tratta di lavori che iniziano con nature morte decisamente alterate,sulla scorta di un plasticismo di derivazione cezanniana, orientate verso una nuova spazialità ed una nuova resa plastica e materica.Il colore diventa quasi secondario,prevalgono le tonalità grigie ed ocra: la luce , lo spazio e il colore sono cose che procedono im naniera separata.

Con la nascita del movimento cubista ,per Picasso giunge ad un momento fondamentale per le sue ricerche. E' un periodo di grande fermento artistico, grazie anche al sodalizio con Braque, e con gli altri artisti che aderirono al movimento cubista. Nel 1913 viene pubblicato il celebre volume :Du Cubisme scritto da Gleizes e Metzinger .Tra gli eventi del periodo ci sono la morte del padre, nel 1914,la pubblicazione del libro di Apollinaire sul Cubismo: Les peintres cubistes, la conversione al cristianesimo del suo amico Max Jacob, al quale Picasso farà da padrino al battesimo ,il grande legame sentimentale con Eva Gouel, la guerra tra Germania e Francia che falcia il cubismo nel pieno dei suoi successi.Nel 1916 Eva Gouel , che Picasso aveva definito il grande amore della sua via,si ammala di tubercolosi e dopo alcuni mesi muore in ospedale.Picasso attraversa il periodo più cupo della sua esistenza.Gertrude Stein scrisse che, dopo la morte di Eva ,per un lungo periodo non lo vide più ridere.Durante il trasloco dallo studio distrugge molti papiers collés.Picasso sembra inconsolabile,ma dopo nemmeno due anni, nel 1818 , a Parigi sposa Olga Koklova.

Informazioni sui periodi silistitici di Picasso
PERIODO BLU
Le prime opere di Picasso sono caratterizzate da una dominante cromatica BLU : si tratta di toni molto netti e contrastati,che conferiscono all'immagine un impronta non eccessivamente plastica, e di matrice prevalentemente accademica.Il fondo dei dipinti è sempre unito e non ha alcuna funzione decorativa.
Il Blu dell'immagine si unisce allo sfondo,e serve a correggere,quasi ad annulllare il soggetto dell'opera.Per Picasso il colore Blu è come una dimensione sacra e sentimentale: l'artista guarda in faccia alla realtà ,alla miseria e alla sofferenza,oltre che alla morte.
Il tutto è caratterizzato da un' evidente matrice patetica e compassionevole.
La tecnica usata viene detta: à plat: stesura piatta con evidenti linee di contorno.
Mentre il periodo Blu si esaurisce gradualmente, inizia una fase intermedia che lo porta a realizzare il cosiddetto
 
PERIODO ROSA
Dipinge numerosi ritratti di una sua compagna: Fernande Olivier.Madre e figlio,Ragazza con cornacchia , I giocolieri,etc.
La tecnica prevalente del periodo è la gouache su carta e su tela.Prevalgono i colori rosa e rosso, accostati all'ocra e al blu.Seguiranno numerosi dipinti di figure isolate e statiche, in genere nudi , la cui dominante cromatica ha sempre un valore emozionale.
Successivamente dipinge il suo Autoritratto con tavolozza del 1906 , stilisticamente improprio rispetto ai precedenti , caratterizzato da una notevole senso plastico: il volto,soprattutto ha i tratti notevolmente primitivi.Queste caratteristiche saranno ancora più accentuate nel ritratto di Gertrude Stein.
La testa sproporzionata, rifatta più volte, ha i caratteri di una maschera :un' espressione immutabile,immobile nel proprio stampo.
 
 
PROTOCUBISMO (o Macrocubismo)
Così alcuni critici definiscono la fase che va dal suo autoritratto del 1907 a Les Damoiselles d'Avignon (1907) .
Il dipinto è una specie di laboratorio caratterizzato da una lunga e tormentata esecuzione.Ci sono numerosi studi che manifestano un vorticoso succedersi di fasi stilistiche, che portano Picasso ad elaborare un linguaggio pittorico autonomo.Una rottura definitiva con tutta la sua ricerca precedente, e con l'intero panorama dell'arte.Per la critica dell'epoca il dipinto è uno scandalo clamoroso e motivo di profonda costernazione.
I riferimenti picassiani si riconducono alle bagnanti di Cézanne e le sculture primitive della Nuova Caledonia,nonchè le maschere dell'arte africana.Con l'intento di produrre immagini macroscopiche, dipinte sempre in primo piano, su uno sfondo piatto e convenzionale.
Seguiranno una serie di paesaggi (Horta de Hebro) sulla scorta della ricerca cèzanniana (interesse per la componente materica, concezione di un nuovo spazio, scansione dei piani,etc) .Il tutto caratterizzato da morfologie cubiche , con spigoli taglienti e una prevalenza monocromatica.L'intento è quello di riplasmare la natura autonomamente, ponendo in evidenza i "piani spaziali" e il senso plastico nell'opera.

CUBISMO ANALITICO e SINTETICO

L' incontro con Braque spinge Picasso a scambiare molte opinioni sul cubismo e ad instaurare un fecondo sodalizio che orientò la ricerca cubista in varie direzioni.Presto uscirono dalla fase del cosiddetto Proto o Macro Cubismo (fino al 1910) per entrare in quella del Cubismo Analitico (fino al 1912) e quindi nella fase del Cubismo Sintetico (fino al 1914).
Con il Cubismo Analitico si fa un passo avanti rispetto alla ricerca cèzanniana.Le forme del cubismo analitico non sono più completamente estratte dalla percezione diretta degli oggetti.Gli spigoli ,i piani e i volumi si moltiplicano.La componente materica si fa più evidente con il recupero di una tecnica divisionista in modo da rappresentare i volumi, la luce e le ombre in completa autonomia.
Nella fase sintetica del cubismo appaiono superfici piatte,scritte in trompe-l'oeil (fedele simulazione pittorica di qualcosa,in questo caso tessuti decorativi) il collage ed anche l'aggiunta di sabbia.Le opere di questo periodo sono decisamente piatte,svuotate ma di grande essenzialità e purezza.

Successivamente subentra la fase del cosiddetto Cubismo Lineare e quindi il Cubismo Curvilineo caratterizzato da tinte piatte e vivaci,racchiuse nel primo caso da linee rette,nel secondo da una prevalenza di linee curve, che rappresentano figure ed oggetti posti in assoluta frontalità.Ogni simulazione spaziale,inoltre, è negata,ma la resa è evidente: si tratta di un 'indicazione puramente schematica che ricorda le proiezioni ortogonali.Durante l'intero periodo ,che si protrae fino al 1924,si susseguono variazioni di stile influenzato dai vari soggiorni dell'artista e dei suoi contatti con l'ambiente teatrale.

RICHIAMO ALL'ORDINE

Il periodo si inserisce nel contesto di un orientamento artistico comune tra gli artisti europei.Gran parte delle poetiche d'avanguardia riscoprono i mezzi accademici tradizionali del fare arte, principalmente un 'assidua frequentazione dei musei facendosi in parte influenzare dalle opere e dalle tematiche dei grandi pittori della storia dell'arte.Cocteau ne divento quasi il promotore teorico anche tramite la pubblicazione di un suo libro.

Picasso preferì filtrare le esperinze nate del suo soggiorno a Pompei attraverso l'opera di Ingres, uno dei classici più amati dal pittore.A tal punto che per un certo periodo, peraltro non breve, Picasso si soffermava davanti allo specchio e dopo essersi ammirato,pronunciava-a se stesso-con tono compiaciuto la frase : "Bonjour monsieur Ingres".

Le opere di questo periodo (Le bagnanti, già dal 1918 - La lettura della lettera,1921 - Due donne che corrono sulla spiaggia, 1922 - Il flauto di Pan , 1923 ) sono caratterizzate da una notevole resa volumetrica delle figure, quasi di una resa scultorea, ma al tempo stesso prive di ogni tentativo di definizione.
L'esperienza nella resa plastica dei volumi lo porterà successivamente ad inserirsi nel contesto surrealista, dipingendo oggetti deformi e tridimensionali simili a sculture disarticolate e assemblate alla meglio.

L'impegno sociale-Guernica-Le modelle-La fase tarda

Picasso affronta in maniera diretta tematiche religiose(Crocifissione,1930).Si tratta di opere dai colori vivaci e da forti deformazioni formali, dove le campiture cromatiche piatte si uniscono a figure tridimensionali.Successivamente dipinge la serie del minotauro. Nel 1937,il governo republicano di Spagna gli commissionò un 'opera per l'esposizione internazionale delle arti, e Picasso dipinge Guernica che rappresenta il borbandamento della città subito dall' avviazione tedesca.

L'opera è caratterizzata da un ' impianto monocromatico con campiture piatte e contrastate.Alcuni particolari derivano dalle foto della città distrutta apparse sui giornali.Lo stile è adatto ed efficace per rappresentare l' eccessiva brutalità dell' evento e al tempo stesso si allontana da qualsiasi realismio sociale.Picasso resta coerente con il suo retroterra stilistico.

Con il passare degli anni ,l'artista dipinge i ritratti delle mogli, pittori con le modelle, volti con vistose deformazioni, lasciando chiaramente intendere che la sua esperienza biografica e privata sono il territorio sull quale sperimentare la ricerca stilistica.Una caratteristica sicuramente presente fin dagli anni giovanili.
Nella fase più tarda della sua vita Picasso, rivisita in parte la pittura del passato ,rivisitando sia il suo personale percorso artistico, sia prendendo in prestito e reinterpretando tematiche note della storia.
Le sue ultime opere (Vecchio seduto, 1973)sono caratterizzate da una semplicità e rapidita d'esecuzione, tonalità cromatiche calde a in parte sfumate, figure contorte,piatte ed aggressive.

2001 libricom

Klee De Chirico Van Gogh Dalì Cézanne Gauguin Modigliani Monet Matisse Leonardo Michelangelo Raffaello La Natura Morta

 

______________________________________________________________________________________

| Libri | Musica | MP3 players | Fotografia | Arte | Computer | Cartoline |

 
Copyright © 2004 www.libricom.it tutti i diritti riservati
Webmaster by:libricom.it